Da uno studio di R. Dalio (Expts)

‘“The Changing
World Order”

Where we are and where we’re going

A new study on the rises and declines of past leading empires that puts today’s economic, political, and policy situation into perspective of the big picture. Book version to be released this fall; read excerpts below now.

An online series by RAY DALIO’, link: https://www.principles.com/the-changing-world-order/.

Siamo in grado di rispondere alle domande poste da questi due link

Il primo link, intitolato “Why Oil at Negative $100 Isn’t a Crazy Bet Anymore”, link: https://peakoil.com/consumption/why-oil-at-negative-100-isnt-a-crazy-bet-anymore.

Risposta: questo accade perché gli stock invenduti ed insieme il bassossimo prezzo del petrolio diminuiscono la convenzienza ad investire e produrre petrolio. In tal modo, l’eccesso di produzione porta inevitabilmente alla penuria. Dalla penuria sale una fase di rialzo del prezzo del petrolio, per cui i 100 US Dollar a barile non son uno scenario impossibile, pur essendo il mercato mondiale così folle, oggi, da render possibile tutta una serie di vie intermedie, di scenari imprevisti o parzialmente imprevedibili. Prepariamoci dunque a sorprese. A “repetita (non) juvant” …

Il secondo link, intitolato «Why Corporate News Supports Far Right ‘Re-Open’ Protest (w/ Angelo Carus)», link: https://www.starsoverwashington.com/2020/04/why-corporate-news-supports-far-right.html. Risposta: perché la **cosiddetta** «Far Right» è **sempre** – sempre – stata nelle mani del cosiddetto «Corporate world». Non da ieri: essi sono il mezzo per mezzo del quale quel “demi monde” – quel “mondo di mezzo” – si è mantenuto, lo strumento della Grande Prostituta nel qual mentre **affettano**, fingono – la gran parte in buona fede, ma ciò solo accresce la constatazione della loro incomprensione gigantesca -, di esserne dei «critici» …

Ecco tutto.