“Cenere e carbone…” – Il regalo della Befana ai cattivi…. –

Nondimeno, rimane vero questo: una cosa la si brucia, e diventa cenere. Ma la cenere non puoi a sua volta bruciarla.

Così è oggi: siamo nella cenere.

Il vero problema di questo sistema è che non è modificabile, nemmeno dall’interno, anzi soprattutto non dall’interno.

Ed è stabilissimo, ovvero inerziale.

E’ l’“impietramento” che la “Grande Prostituta” simbolizza.

Se mai cambierà, difficilmente lo farà in maniere prevedibili.

Ci vuole, infatti, l’imprevisto.

Il sogno delle catastrofi è parte costitutiva del “nostro” (loro, di certo “mio” non lo è mai stato) tempo, ma non è che un simulacro: il tempo delle grandi violenze è passato, il “nostro” tempo è quello delle piccole violenze, nelle famiglie, nelle case, ed anche negli eventi politici.

E’ il tempo della dissoluzione: anche per fare una “grande” guerra hai bisogno di due gruppi ben definiti, mentre avremo, ed abbiamo ed avremo ancora, tanti e tanti conflitti slabranti e dissolventi, che rompono le strutture politiche, senza però che un gruppo possa davvero prevalere.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s