“Jürgen Todenhöfer visita l’IS, link”

Ovviamente l’ex deputato CDU J. Todenhöfer ha dedotto, dalle sue visite, che il pericolo dell’IS è maggiore di quanto si pensi. Tali visite, di nuovo ovvimente, non han mancato di generare qualche  polemica, peraltro inutile.

E che gli “occidentali/accidentali/incidentali” lo hanno sottovalutato l’IS, sottovalutazione che, peraltro, era chiarissima.

Continuano a sottovalutare il pericolo, Russia in testa, ma non solo. E questo è più grave.

Ecco il link:
http://www.ilpost.it/2014/12/24/califfato-islamico-giornalista-occidentale/

Un passo dal link appena citato:
«C’è un senso di terribile normalità a Mosul. 130mila cristiani sono stati cacciati dalla città, gli sciiti se ne sono andati, molte persone sono state uccise. E nonostante questo la città continua a funzionare e alla popolazione piace la stabilità che lo Stato Islamico riesce a garantire. […] Certo, molti hanno paura, soprattutto per le punizioni molto dure previste nel caso di violazione delle regole».

Secondo J. Todenhöfer arrivano oltre cinquanta miliziani ogni giorno, per arruolarsi.

In ogni caso, la sua testimonianza è preziosa per questa ragione: dimostra come l’IS sia più forte in Iraq e meno in Siria. Per lo meno, questa è la situazione sul campo, oggi.
Il che la dice lunga su possibili sviluppi futuri e su dove avranno campo tali sviluppi.

Altro articolo di J. T. (critico, comunque, delle  campagne militari in Afghanistan ed Iraq), in inglese:
http://www.nytimes.com/2014/07/24/world/middleeast/islamic-state-controls-raqqa-syria.html

Riflessione interessante, da un blog di astrologia

Molto importante:

Conclusion: What is occurring now in Russia will soon have terrible repercussions to all of Europe. The implications between now and the final Uranus-Pluto Square alignment 2015 augur an extremely hostile and volatile economic climate that will not be confined within Russia’s borders. This event is just a prelude to the great unraveling as exchange rate volatility continues to increase, leading the way to systemic debt contagion that will spread around the entire world.”
Da: http://williamstickevers.wordpress.com/2014/12/16/the-uranus-pluto-krakatoa-type-of-event-has-already-begun/

Vi è una postilla da fare: si deve contagiare agli Usa, solo all’Eu non è sufficiente affatto. Se e soltanto se si “contagerà” agli/negli Usa (= N.Y. City Stock Exchange = Wall Street) “then” sarà possibile il blocco della Borsa ecc. ecc., con quelle cose d cui si è detto.

E credo gli eventi politici conteranno non poco: senza Isil saremmo stati in una tal situazione?? … Domanda retorica…